LA VILLANESCA ALLA NAPOLETANA

Roma, Teatro di Villa Torlonia

Giovedì 15 novembre 2018, ore 19:00

Ring Around 


Vera Marencosoprano
Manuela Litrocontralto
Umberto Bartolinitenore
Alberto Longhibaritono


Alessandro De Carolis, flauti

Giuliano Lucini, liuto
Marcello Serafini,

viella e chitarra rinascimentale

Antonino Anastasiapercussioni

A quand’a quand’haveva una vicina

Adrian Willaert (c.1490-1562), dalle Canzone Villanesche alla Napoletana, 1545

 

Fra quante donne sono al mondo belle

Anonimo - da Canzoni villanesche alla napolitana, Libro Primo, 1537 - J. da Colonia

 

Cingari simo venite a giocare

Adrian Willaert (c.1490 -1562), dalle Canzone Villanesche alla Napoletana, 1545

 

Gagliarda La Barcha del mio amor

Giacomo Gorzanis (1525 -1578)

 

Vorria crudel tornare

Giovanni Leonardo dell’Arpa - dal Primo Libro delle Napolitane

 

Mi fai morire                                                        

Vorria morire

Anonimo - dalle Villotte alla napoletana a tre voci

 

Il vostro dolce sguardo

Cesare Todino (1530 -1591) - dalle Canzoni napolitane, vol.II

 

O vecchia tu che guardi

Anonimo, da Canzoni villanesche alla napolitana, Libro Primo, 1537 - J. da Colonia

 

Intervallo

 

Chi passa per sta strada

Filippo Azzaiolo (1530 -1569) - da Villotte del Fiore, Libro Primo, 1557

 

O bene mio, famm’uno favore

Adrian Willaert (c.1490 -1562), dalle Canzone Villanesche alla Napoletana, 1545

 

Madonn’io non lo so perché lo fai

Adrian Willaert (c.1490 -1562), dalle Canzone Villanesche alla Napoletana, 1545

 

O dolce vita mia, che t’aggio fatto?

Adrian Willaert (c.1490 -1562), dalle Canzone Villanesche alla Napoletana, 1545

Boccuccia d’uno persic’apreturo 

Madonna tu mi fai lo scorrucciato

Anonimo, da Canzoni villanesche alla napolitana, Libro Primo 1537 - J. da Colonia

 

Tre donne belle fanno gran battaglia

Giovanni Leonardo Primavera (1540-1585)— dal Primo Libro de Canzone Napoletane (1566)

PROGRAMMA

La canzone villanesca alla Napoletana nasce e si sviluppa nel corso del XVI secolo, dapprima come tentativo di affermare un nuovo genere poetico musicale, espressione di estro e musicalità partenopea, quindi si emancipa da vincoli geografici e diviene una nuova forma colta, in cui si cimenteranno i migliori musicisti dell’epoca.
Nata nella ricca e aperta cultura della Napoli rinascimentale, la forma "per villani" emigra a Roma e Venezia per ragioni editoriali e acquisisce tratti che la trasformeranno nella "villanella" nazionale, una delle forme di soggetto profano più utilizzate in Europa.
Il tema amoroso predomina, con sfumature liriche a appassionate, e talora erotiche e scanzonate. Le melodie sono intrise di musicalità.
Nella splendida cornice del Teatro di Villa Torlonia a Roma, il Ring Around, formato dalle voci di Vera Marenco - soprano, Manuela Litro - contralto, Umberto Bartolini - tenore e Alberto Longhi - baritono, sarà accompagnato da virtuosi strumentisti quali Alessandro De Carolis (flauti), Antonino Anastasia (percussioni), Marcello Serafini (chitarra rinascimentale) e Giuliano Lucini (liuto).
Informazioni per il pubblico:
 
Il teatro di Villa Torlonia ha un numero limitato di posti (120).
La prenotazione è obbligatoria. I biglietti sono acquistabili su www.biglietto.it
  • Facebook Clean
  • Instagram - Bianco Circle
  • Twitter Clean
  • White YouTube Icon
  • Bianco LinkedIn Icon

Subscribe

Ring Around Quartet: Vera Marenco, Manuela Litro, Umberto Bartolini, Alberto Longhi

16121 Genova

raq.artisticdirection@gmail.com

© 2015 Musicaround. Site created with Wix by Francesco Cambi. New Home!